Questa è la mia storia

 

This event took place from 12/02/2020 to now

 

The Discovery

A ottobre del 2020 ho cominciato ad avere dei fastidi sul fianco destro, associati a dei problemi di digestione, diarrea improvvisa e dei dolori notturni lineari a metà schiena. Ma nulla che mi impedisse di svolgere la mia quotidianità lavorativa e familiare, i fastidi passavano se facevo degli allungamenti o se appoggiavo qualcosa di caldo. Le analisi andavano tutte bene. Il sospetto che ci fosse qualcosa di anomalo l’ho avuto dalla dottoressa che mi ha fatto l’ecografia a fine novembre. Mi ha consigliato di fare urgentemente una tac con liquido di contrasto. La diagnosi è arrivata il 2 dicembre 2020 “adenocarninoma al pancreas”.
Quando ho avuto la diagnosi ho capito da come parlavano i medici di quanto il TEMPO fosse importante. “Bisogna correre …Una settimana fa la differenza” hanno detto!
Ho iniziato la chemioterapia il 21 dicembre del 2020 e ancora oggi mi sto curando. Una diagnosi precoce è importantissima perché questo tumore è silenzioso veloce e aggressivo, quindi … bisogna correre!!!

 

The Impact of Time

Il concetto del tempo oggi per me è “Il tempo che rimane”, è un concetto che ognuno di noi dovrebbe avere. La mia giornata deve essere bella. Non sempre è facile perché gli eventi certe volte sono avversi, ma mi piace sempre cercare trovare e vedere qualcosa di positivo nella mio quotidiano … è questione di allenamento!
Oggi il tempo è ricco …. Pieno di famiglia, lavoro, amici, attività fisica e progetti per la ricerca.
Con la Fondazione Nadia Valsecchi, che fa parte della coalizione, sto organizzando la II° camminata viola nel mio paese per sensibilizzare sul tumore al pancreas e sto concretizzando un progetto di supporto e condivisione sulla nostra quotidianità tra pazienti che spero possa in futuro dare i suoi frutti.
Vivo bene il presente e penso al futuro ponendomi obbiettivi e pensando a nuovi progetti che possano sensibilizzare di più sulla patologia, possano dare risorse alla ricerca e possano fare stare bene me e altri pazienti.
Io oggi vivo e ho tanti momenti di serenità e felicità.